“BAMBINI SENZA SBARRE”, MARINO: “I PIU’ PICCOLI NON HANNO COLPE”

Un’esperienza edificante. Per tutti. Questa mattina il Novara Calcio ha fatto visita alla Casa Circondariale cittadina nell’ambito di “Bambini senza sbarre”, iniziativa voluta dalla Lega di Serie B in favore dei figli di detenuti. David Da Costa ha diretto un’amichevole sul campetto dell’istituto penitenziario e vissuto una mattinata particolare. Ai nostri microfoni, la Direttrice Rosalia Marino ha espresso la propria approvazione nei confronti di una “iniziativa lodevole da parte della Lega. Ringraziamo l’Associazione ONLUS “Bambini senza sbarre” e il Novara Calcio per la disponibilità; anche se non hanno subito condanne dal punto di vista giuridico, di fatto i bambini sono condannati ed è in questo senso che ci muoviamo molto spesso. Organizziamo eventi e incontri volti a sottolineare l’importanza della genitorialità; pranzi, cene e rappresentazioni teatrali che coinvolgono bambini e famiglie. Troppo spesso, le colpe dei padri ricadono sui figli”

Sullo “Spazio giallo”, area dedicata ai figli dei detenuti all’interno del carcere: “Esiste un progetto per la realizzazione di questo spazio, ma abbiamo bisogno di aiuto. Si tratta di un’area dedicata ai più piccoli, un luogo d’attesa dove i figli attendono il colloquio con i padri. Il campo di calcio non è in condizioni ottimali, purtroppo all’interno del carcere esistono dei problemi di natura economica, legati a disposizioni di bilancio. In questi anni stiamo comunque cercando di trovare dei fronti per sistemarlo. Lo spazio dedicato all’attività fisica riveste un’importanza fondamentale”